LaRete Art Projects
news    > shows and projects > Modena I > Ryts Monet. 20 Years Ago

Ryts Monet. 20 Years Ago

Ryts Monet. 20 YEARS AGO
Un'installazione site specific per Malagoli Aldebrando srl
In collaborazione con LaRete Art Projects

Presentazione al pubblico venerdì 16 settembre ore 18.30

Malagoli Aldebrando srl, Via Raimondo dalla Costa, 140, 41121 Modena

LaRete Art Projects è lieta di annunciare la propria collaborazione con l'artista Ryts Monet (Bari, 1982) e una azienda leader nel campo dell'acciaio, la Malagoli Aldebrando srl.
Dopo aver lavorato alla fase produttiva di alcune opere di Ryts Monet negli anni precedenti, la Malagoli Aldebrando srl ha avvertito la necessità di far entrare l'arte contemporanea nel circuito del proprio quotidiano.
Tale spinta, data da diversi fattori, è certamente stata animata dalla carica attrattiva e dal potere straniante che le opere possono attivare negli ambienti in cui si collocano, ed è stata ulteriormente accresciuta dall'opportunità di poter utilizzare in maniera differente i materiali su cui la Malagoli ha costruito la propria storia e la propria identità imprenditoriale.
Da queste premesse si è sviluppato un dialogo con Ryts Monet volto a costruire un progetto specifico, pensato appositamente per l'azienda: è nata così 20 YEARS AGO, un'opera realizzata in ferro e luci led il cui titolo equivale al messaggio composto dalle forme e dagli elementi.
Ideata dall'artista e realizzata insieme agli operai, questa installazione è stata messa a punto per una delle pareti della grande officina: destinatari quotidiani di quest'opera sono quindi gli operai, coloro i quali insieme ai proprietari, negli anni, hanno creato e mantenuto il profilo di questa realtà rendendola una eccellenza del mercato nel campo dell'acciaio.
Per loro e per tutti coloro i quali vivranno gli spazi - da visitatori, clienti, collaboratori o fornitori - 20 YEARS AGO offrirà l'opportunità unica di avviare un'esperienza inedita tra tempo e memoria.
"20 years ago": 20 anni fa. Ma a partire da quando?
Se oggi infatti quest'opera di Ryts Monet ci riporta nel 1996, con il passare degli anni la scritta evocherà un periodo sempre diverso spostando il proprio riferimento temporale senza mai ricondurre a una data precisa.
Come un vero e proprio "dispositivo temporale" questo lavoro accompagna quindi l'osservatore durante differenti ritmi, incontri e momenti lavorativi attraverso un'interpretazione personale della relatività del tempo evocando un universo di ricordi, memorie e storie tanto individuali quanto collettive.

LaRete Art Projects